Fedez ha paura per il suo futuro e il declino del suo successo. Ecco perchè

Seowebbs

Seowebbs

Giovane produttore

192 visualizzazioni
“La paura di sparire all’improvviso esiste e io mi preparo”. A dirlo è Fedez che, in un’intervista a “Vanity Fair”, ha raccontato le sue paure più profonde. “Cerco di accettare nella maniera più sana possibile il mio declino inevitabile”-ha detto il cantante. Un’intervista fatalista su più punti quella sul settimanale diretto da Luca Dini, in cui il rapper ha dovuto fare più volte i conti con la paura del futuro. E se il successo dovesse svanire? “E’ la realtà-dice Fedez-. E non sarebbe un dramma. Io so da dove vengo e so dove posso tornare. Vivevamo in una casa modestissima presa con il mutuo da mio padre. Faceva l’orefice. Con la crisi dell’oro, nel 2001, perse tutto. Si è riciclato come magazziniere. Mia madre gestiva l’archivistica di una multinazionale. Scartoffie, documenti, 1500 euro di stipendio”. Un umile passato e un presente non troppo sfarzoso quello di Fedez, che deve fare necessariamente i conti con l’eventuale declino del suo successo. In tv è accusato di essere “teleguidato”, ma lui non ci sta: “Se dobbiamo parlare di successo costruito-dice-, io sono l’antitesi. Al successo arrivo con le mie gambine, vendendo i cd a mano e rifiutando i contratti con le multinazionali”. Niente suggeritori quindi per Fedez, ma solo parole dettate dal cuore e dalle emozioni.
  • Condividi
  • Codice da incorporare

Potrebbero interessarti anche: