Incidente pazzesco in pista: a 220 km/h finisce contro le barriere, ma rimane illeso

Pask

Pask

Pask

531 visualizzazioni
Ci sono certe discipline sportive che, per un motivo o per l'altro, sono decisamente più pericolose in confronto a tante altre. Abbiamo visto come nel mondo del pugilato sono ormai all'ordine del giorno i casi di lesione cerebrale, di come o addirittura, nelle situazioni più gravi, di morte di alcuni atleti, proprio per colpa di alcuni montanti e ganci presi durante i match. Anche gli sport di velocità, come ad esempio l'automobilismo e il motociclismo, hanno un coefficiente di rischio molto alto, proprio per via dell'elevata velocità a cui si muovono le vetture, magari dovendo affrontare dei percorsi particolarmente difficili, con diverse curve in successione. Altre volte, più che le condizioni del tracciato da affrontare, sono stati dei guai meccanici a decretare la fine della vita di alcuni piloti, che hanno dovuto arrendersi ad un destino davvero infame. In altri casi, grazie a Dio, le cose si sono risolte per il meglio, con terribili e spettacolari incidenti che hanno visto i piloti rimanere completamente illesi, nonostante dei botti davvero pazzeschi. Esattamente come quello che si è verificato in questo video, che riprende un momento di una gara a Concordia, dove Augusto Scalbi, al volante della sua Renault Fluence, è uscito di strada a 220 chilometri orari per colpa di guaio ai freni, ma nonostante la perdita di coscienza, le sue condizioni sono buone.
  • Condividi
  • Codice da incorporare

Potrebbero interessarti anche: