Come trasformare l’acqua in ghiaccio in un istante

Lafucina

Lafucina

La Fucina è sempre aperta. E’ un punto di aggregazione di notizie e di esperti per proteggere la salute dell’individuo. Un compito complicatissimo in questo momento storico, perché in gioco c’è un nuovo modo di rapportarsi al cibo, alla medicina, allo stile di vita e all’ambiente che ci circonda. Un approccio consapevole e sostenibile, un ritorno alla cura del proprio benessere fisico e mentale che passa attraverso la prevenzione, la scelta degli alimenti, il rispetto dell’ambiente intorno a noi, in modo da preservarlo di generazione in generazione. “La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non semplicemente l’assenza di malattia o infermità”. – Organizzazione Mondiale della Sanità, 1948

94 visualizzazioni
Come trasformare l'acqua in ghiaccio in un istante Non è magia, è scienza. Si tratta dello stesso principio fisico che viene utilizzato per realizzare sculture di ghiaccio. L'acqua per diventare ghiaccio, alla temperatura di 0°, ha bisogno di un nucleo, in modo che si formino dei cristalli solidi . Al contrario, nell'acqua che non contiene impurità non si trovano questi nuclei necessari per il processo di solidificazione e, di conseguenza, questa può raggiungere temperature fino ai 40° pur senza ghiacciarsi. Per trasformare l'acqua in ghiaccio in un istante bisogna per prima cosa mettere una bottiglia d'acqua in freezer e lasciarla per circa tre ore, in modo che si "sottoraffreddi", cioè che raggiunga una temperatura inferiore a quella necessaria per solidificarsi, pur restando liquida. Quando la temperatura dell'acqua è così bassa basta dare un colpetto alla bottiglia perché si inneschi un processo chiamato nucleazione. Si avvia così un cambiamento di stato detto "cristallizzazione", che "è una transizione di fase della materia, da liquido a solido, nel quale composti disciolti in un solvente solidificano, disponendosi secondo strutture cristalline ordinate". Il colpetto dato al nucleo di ghiaccio presente nella bottiglia dà il via ad una reazione a catena. Nel video viene mostrato anche un altro esperimento: se si versa dell'acqua sul ghiaccio si viene a formare una sorta di "ghiaccio mezzo sciolto". Quando l'acqua sopraffusa finisce sul ghiaccio la struttura cristallina si espande lungo l'acqua e il calore latente rilasciato durante il processo di raffreddamento fa sì che il ghiaccio non si solidifichi. Sei su Facebook? Allora segui la nostra pagina Pubblicazione di lafucina.it. Puoi anche seguirci su Twitter e Google+.
  • Condividi
  • Codice da incorporare

Potrebbero interessarti anche: